Terremoto nel Catanese, scosse avvertite a Giarre e Mascali

[themoneytizer id=32146-1] Un terremoto di magnitudo locale pari a 3.0, ad una profondità di 7.3 km, è stato rilevato poco fa e precisamente alle ore 13:44:39 locali nell’area dell’Etna dalle stazioni della Rete Sismica, dell’Osservatorio Etneo dell”Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

L’evento è stato localizzato a 0.7 km a Nord Ovest da Zafferana Etnea (CT).

Il sisma è stato avvertito dai cittadini dei territori comunali di Giarre e Mascali, che hanno manifestato preoccupazione sui social.

Le tre località più vicine all’epicentro sono (in ordine di distanza): Zafferana Etnea (0.7 km), Milo (3.4 km), Santa Venerina. Non sono stati registrati danni a persone o cose. Il sisma potrebbe essere collegato alle recenti attività effusive del vulcano.

Come spiegano i vulcanologi dell’INGV, anche oggi le ottime condizioni atmosferiche consentono di osservare l’emissione di cenere dal Cratere di Nord-Est dell’Etna.

Come già segnalato ieri, il fenomeno è piuttosto discontinuo, alternando fasi di copiose emissioni pulsanti di cenere a periodi in cui l’espulsione del materiale diminuisce fin quasi a scomparire del tutto.

La fenomenologia è accompagnata da un progressivo arretramento dell’orlo craterico interno, che erode le pareti rocciose attraverso ripetuti, piccoli crolli di materiale.









[themoneytizer id=32146-1]

Seguici anche su:

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*