Funzionario Anas confessa: tangenti per le strade del Giro d’Italia

[themoneytizer id=32146-1] Sotto la lente di ingrandimento del “caso Anas” anche il Giro d’Italia. È l’ingegnere di Anas Antonino Urso a riferire di una mazzetta da 60 mila euro proprio per l’asfalto del Giro d’Italia.

La somma sarebbe servita per lavori di carottaggio del manto stradale e la sostituzione dell’asfalto delle strade provinciali 24 e 57 a Nord di Ragalna.

I nuovi dettagli emergono durante l’interrogatorio di Urso sospeso per un anno, da sabato scorso, dai pubblici uffici.

È proprio l’ingegnere Urso a parlare di un «sistema» a fronte di un «accordo sistematicamente ricorrente» degli imprenditori con alcuni capi centro di Anas e direttori dei lavori.









[themoneytizer id=32146-1]

Seguici anche su:

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*